lunedì 4 maggio 2015

Fantasy: che problema ho?

Salve gente, bentornati sul mio blog!
Oggi voglio fare una riflessione un po' particolare.

L'altro giorno stavo girovagando nell'universo di youtube alla ricerca di nuovi canali da seguire di ragazzi e ragazze che parlassero di libri. Mi sono accorta però che era un po' complicato. Premettiamo che io seguo solo ragazze che abbiano una certa visibilità sul web, non perché abbia pregiudizi, semplicemente perché mi garantiscono una pubblicazione costante di nuovi video e inoltre sono cariche di commenti di utenti che aiutano e indirizzano meglio le mie scelte.
In più c'è da dire che ne seguo già diversi, quindi diciamo che i principali sono già nelle mie "grinfie".

Ho avuto però grandi difficoltà perché la maggior parte dei booktuber legge libri fantasy, o comunque questo genere rappresenta la quasi totalità del loro repertorio.
Allora che cosa mi sono detta: cerchiamo qualche canale di ragazze inglesi o americane che parlano di libri. Bene. Anche in questo caso i primi che ho trovato erano quelli più seguiti, dunque più famosi, e anche qui: fantasy, fantasy e ancora fantasy.



Non ho mai letto fantasy, se escludiamo Harry Potter e la saga di Twilight perché (aimhè) tutte noi siamo state adolescenti. Questo perché il genere non mi ha mai affascinata molto, ma posso dire che partivo sempre da un pregiudizio quasi infondato.

Adesso però un'idea più precisa me la sono fatta. Difatti tra le booktuber che seguo, ce ne sono alcune che leggono anche (o prevalentemente) fantasy, quindi mi capita di ascoltare qualche loro recensione. Purtroppo però le trame mi sembrano tutte ripetitive, ai limiti dell'accettabile secondo me. (E tra questi includo anche i distopici. Dopo Hunger Games, si ha tutta una serie di trame scontate e simili tra di loro.)

Ragazza incontra ragazzo. Uno dei due o è un alieno, o un vampiro, o un mutante o qualcosa del genere. All'inizio si rimangono antipatici poi scatta qualcosa. I personaggi sono fastidiosamente belli, molto spesso la ragazza è bella e non lo sa, e la storia immancabilmente non termina con l'ultima pagina obbligandoti ad acquistare altre decine di libri di seguiti. 

Ovviamente ho esagerato, e non tutti i libri sono così, lo so perfettamente. Però io purtroppo riesco a vedere poco più oltre a questo. Questi libri vengono anche definiti young-adult: la parte "young" la posso capire, e comprendo perfettamente l'adolescente che si immerge in queste storie di amore e avventura dove l'amore vince su tutto. Ma per gli adulti, purtroppo, non mi spiego come si possano leggere.

Oltretutto spesso vedo persone della mia età che su youtube nominano libri che io ho letto alle medie, di conseguenza le scritture sono molto semplici. Forse è per questo che mi viene automatico associare questi libri ad un pubblico infantile, o comunque adolescenziale.

Probabilmente mi sbaglio, tanto che in una delle riunioni che organizzo ogni mese col mio Club del Libro ho intenzione di proporre proprio il genere fantasy, per non limitarmi e cercare di cambiare idea su di esso. Anche se sarà difficile trovare libri che non abbiano un seguito, perché non voglio obbligare nessuno ad acquistare i volumi successivi.

Quindi niente, questa è la mia riflessione sul fantasy, forse saccente, forse piena di pregiudizi, ma comunque autentica e sincera. Fatemi sapere che cosa ne pensate voi e magari consigliatemi qualche libro che mi possa far cambiare idea e magari farmi innamorarmi di questo genere.


Alla prossima gente!!

7 commenti:

  1. Ciao Martina! Come sempre mi trovi d'accordo con te...io non sono mai stata una tipa da fantasy e, infatti, nemmeno in adolescenza ho letto Harry Potter o Twilight. I romanzi fantasy sono tutti sulla stessa linea anche perché più dei nomi e dei luoghi che altro si può cambiare!?!...credo che il fantasy sia più adatto a ragazzini e adolescenti oppure per gli uomini peter-pan... :D
    Per quanto riguarda i young-adult io faccio fatica a capire cosa rientra e cosa no in questa categoria. Tutto o niente. Però, se dovessi dirti un titolo, ti direi "Gala Cox e il mistero dei viaggi nel tempo" di Raffaella Fenoglio. Letto poco tempo fa. Presentatomi dall'autrice come YA (anche se secondo me è riduttivo) l'ho trovato molto carino...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao! Grazie del consiglio, proverò di sicuro! Per quanto riguarda gli Young adult anche io sono un po' in dubbio su cosa siano realmente, come per me è difficile vedere il confine tra un distopico e un fantasy, se la protagonista è una ragazza coi poteri che vive sotto una dittatura... Magari sbaglio, ma ti giuro faccio difficoltà a trovare l'originalità!

      Elimina
    2. Ti capisco in pieno. La linea di confine tra questi generi è sottilissima e di difficile comprensione...

      Elimina
    3. La prendo come una sfida. Ti giro per e-mail un romanzo "fantasy" che schiaffeggia la categoria. Giuro.

      Elimina
    4. ;) come ho detto, ho voglia anche io di cambiare opinione!

      Elimina
  2. Ciao Martina! Adesso che ti ho trovata anche su bloglovin non ti lascio più 😉! Baci Fede😘😘😘

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E io ti accolgo più che volentieri!! Baci!

      Elimina